{:en}SpecialEurasia attends the 31st World Congress of the International Federation of Journalists in Oman{:}{:it}SpecialEurasia partecipa al 31° Congresso Mondiale della Federazione Internazionale dei Giornalisti (IFJ){:}

{:en}

The pre-congress of the 31st World Congress of the International Federation of Journalists (IFJ) was organised in Muscat, Oman (Credits: SpecialEurasia)

SpecialEurasia will attend the 31st World Congress of the International Federation of Journalists (IFJ) in Muscat (Oman) from May 31st, 2022, to June 3rd, 2022, to discuss issues related to media, press freedom, and violence against journalists. This event will also be an opportunity to get acquainted with Omani politics and economics and to meet local representatives.

Silvia Boltuc, SpecialEurasia Managing Director, is currently in Muscat, the capital of Oman, to represent our team at the event organised by the International Federation of Journalists (IFJ) and the Omani Journalists Association (OJA). Over 250 participants representing journalists’ unions and associations from 92 countries will attend the Congress to debate key themes such as surveillance of journalists and action to end impunity for crimes against media workers.

On May 31st, 2022, the participants will attend a pre-conference that examines the Covid pandemic’s impact on journalism and IFJ’s affiliates’ efforts to save jobs and lives in the last two years. Furthermore, the newly elected IFJ Gender Council and its Steering Committee will lead a review of their actions during the previous three years, including campaigns to eradicate violence against women journalists, close the gender pay gap and foster women’s access to leading roles in the media – and adopt a new action plan.

According to the data and information published by IFJ, the last three years have been especially challenging for journalists worldwide due to the violence increase against media workers, particularly in Afghanistan, Yemen, Ukraine and Mexico.

Silvia Boltuc, SpecialEurasia Managing Director, with Talal Khrais, the founder of the Assadakah Association, and Lamberto Dolci, foreign relations manager of Nova Agency, during the pre-congress event of the 31st World Congress of IFJ (Credits: SpecialEurasia).

The event is an opportunity for Oman to open its doors to the world and show the results achieved in the last two years under Sultan Haytham bin Tariq bin Taymūr Al Sa’id. In this regard, the Minister of Information of the Sultanate of Oman, Dr Abudallah bin Nasser Al Harassi, stated that the 31st World Congress of the IFJ shows the country’s ability to organise major global events. Indeed, the event would enhance the Sultanate’s prestige at the world level, considering that the conference will focus the attention on media and freedom press.

Al Harassi said that the event would also include meetings with international journalists dealing with the activities to elucidate Oman Vision 2040, Oman’s economic potential and acquainting the participants with the Sultanate’s foreign policy and media.

{:}{:it}

La pre-conferenza del 31° Congresso Mondiale della Federazione Internazionale dei Giornalisti (IFJ) organizzato a Muscat, Oman (Credits: SpecialEurasia)

SpecialEurasia parteciperà al 31° Congresso Mondiale della Federazione Internazionale dei Giornalisti (IFJ) a Muscat (Oman) dal 31 maggio 2022 al 3 giugno 2022. L’evento è stato organizzato per discutere questioni relative ai media, alla libertà di stampa e alla violenza contro i giornalisti. La visita a Muscat sarà anche un’occasione per conoscere la politica e l’economia dell’Oman e per incontrare i rappresentanti locali.

Silvia Boltuc, Managing Director di SpecialEurasia, è attualmente a Muscat, capitale dell’Oman, per rappresentare il nostro team all’evento organizzato dalla Federazione internazionale dei Giornalisti (IFJ) e dall’Omani Journalists Association (OJA). Oltre 250 partecipanti in rappresentanza di sindacati e associazioni di giornalisti di 92 paesi parteciperanno al Congresso per discutere temi chiave come la sorveglianza dei giornalisti e l’azione per porre fine all’impunità per i crimini contro gli operatori dei media.

Il 31 maggio 2022 i partecipanti parteciperanno a una pre-conferenza che esamina l’impatto della pandemia da Covid-19 sul giornalismo e gli sforzi degli affiliati di IFJ per salvare posti di lavoro e vite negli ultimi due anni. Inoltre, il neoeletto Gender Council di IFJ e il suo comitato direttivo condurranno una revisione delle loro azioni durante i tre anni precedenti, comprese le campagne per sradicare la violenza contro le giornaliste, colmare il divario retributivo di genere e favorire l’accesso delle donne a ruoli di primo piano nei media e adottarenno un nuovo piano d’azione.

Secondo i dati e le informazioni pubblicate da IFJ, gli ultimi tre anni sono stati particolarmente difficili per i giornalisti di tutto il mondo a causa dell’aumento della violenza contro gli operatori dei media, in particolare in Afghanistan, Yemen, Ucraina e Messico.

Silvia Boltuc, Managing Director di SpecialEurasia, con Talal Khrais, fondatore dell’Associazione Assadakah, e Lamberto Dolci, responsabile delle relazioni estere di Nova Agency, assistono all’evento che precede il 31° Congresso Mondiale di IFJ (Credits: SpecialEurasia).

L’evento rappresenta un’oppurtintà per l’Oman di aprire le sue porte al mondo e mostrare i risultati raggiunti negli ultimi due anni sotto il sultano Haytham bin Tariq bin Taymur Al Sa’id. A questo proposito, il Ministro dell’Informazione del Sultanato dell’Oman, Dott. Abudallah bin Nasser Al Harassi, ha affermato che il 31° Congresso Mondiale dell’IFJ dimostra la capacità del Paese di organizzare grandi eventi globali. L’evento, infatti, conferma il trend positivo dell’Oman e aumenta il prestigio del Sultanato a livello mondiale, considerando che la conferenza focalizzerà l’attenzione sui media e sulla libertà di stampa.

Al Harassi ha affermato che durante lo svolgimento del Congresso verranno organizzati incontri con giornalisti internazionali con il fine di chiarire la strategia Oman Vision 2040, il potenziale economico dell’Oman e far conoscere ai partecipanti la politica estera e i media del Sultanato.

{:}